Termoformatura: cos’è e quando si usa

Con termoformatura si intende il processo di trasformazione della plastica tramite il riscaldamento di un film per poi fargli assumere la forma desiderata grazie ad appositi stampi. La plastica sagomata viene poi rifilata e raffreddata e si usano apposite macchine per la termoformatura.

Gli impianti di termoformatura moderni come quelli di Niada NBC sono progettati per gestire l’intero processo di lavorazione che porta alla produzione di sagome in plastica e tante e diverse sono le tecniche di termoformatura applicate dalle aziende specializzate.

Le diverse tecniche di termoformatura

Chi lavora alla termoformatura mette in atto una serie di tecniche diverse anche se NBC Niada è specializzata nella tecnica della termoformatura sottovuoto da bobina e nella creazione di imballi.

La termoformatura sottovuoto da bobina è un processo industriale utilizzato per produrre oggetti in plastica tridimensionali utilizzando un film di plastica termoformabile proveniente da una bobina continua. Questo processo combina la termoformatura, che consiste nel riscaldare un film di plastica per renderlo flessibile, e il vuoto, che viene applicato per modellare la plastica in uno stampo tridimensionale.

Il processo inizia con un rotolo o una bobina di materiale plastico termoformabile, che viene alimentato in una macchina termoformatrice sottovuoto appositamente progettata. Il film di plastica viene quindi riscaldato fino a diventare morbido e flessibile. Successivamente, il film viene posizionato sopra uno stampo tridimensionale, che può avere la forma desiderata per l’oggetto finale.

Quando il film di plastica è posizionato correttamente sullo stampo, un telaio viene abbassato sopra il foglio per creare una tenuta ermetica intorno allo stampo. Viene quindi applicato un vuoto all’interno dello stampo tramite aspirazione dell’aria attraverso lo stampo. Il vuoto crea una differenza di pressione tra il lato superiore e inferiore del foglio di plastica, facendo aderire il foglio alla superficie dello stampo e modellandolo sulla forma desiderata.

Una volta che il film di plastica si è adattato completamente allo stampo, viene raffreddato rapidamente per solidificare e mantenere la forma. Successivamente, la membrana elastica o il telaio viene sollevato e l’oggetto termoformato viene estratto dallo stampo. Gli eccessi di materiale vengono tagliati o rimossi, e l’oggetto finale può essere ulteriormente lavorato o rifinito, se necessario.

La termoformatura sottovuoto da bobina è ampiamente utilizzata per la produzione di una vasta gamma di prodotti e imballaggi in plastica, come blister per imballaggi, contenitori, vassoi per componenti dell’industria automobilistica e molti altri. Offre numerosi vantaggi, tra cui la flessibilità nella progettazione, l’efficienza nella produzione e la capacità di creare imballaggi con forme complesse e dettagliate.

Per cosa si usa la termoformatura?

La termoformatura si usa per la produzione di imballaggi per ferramenta, idraulica, fai da te, casalinghi, automotive e altri articoli in plastica. Per questo motivo è necessario che i produttori passino in rassegna una vasta gamma di materiali plastici prima di iniziare il ciclo di produzione in modo da ottenere sempre il prodotto finale desiderato.

Quali sono i vantaggi della termoformatura?

Tanti sono i vantaggi di questa tecnica di lavorazione della plastica e tra questi c’è la possibilità di stampare anche spessori sottilissimi.

Questo si traduce in una importante convenienza economica per l’impresa che ottiene valore aggiunto dall’uso di un processo moderno e innovativo come la termoformatura.

Se credi in una tecnica capace di rivoluzionare la produzione di oggetti in plastica e cerchi un’azienda specializzata nella produzione di termoformati, allora Niada NBC è la risposta alle tue esigenze. Scopri la nostra gamma di prodotti e contattaci per maggiori informazioni!